Flex Week 2020-Lab48


Nella settimana della flessibilità, un gruppo di studenti dell’ISII Marconi di Piacenza, seguiti dai proff. Cantarini, Angelino e Torta, ha partecipato ad un progetto interessante e innovativo. Il progetto è consistito nella realizzazione di un “pulcino elettronico” che deve imparare come comportarsi, sviluppando una propria elementare intelligenza, per essere sfamato. In questo progetto, oltre ai dettagli tecnologici, gli studenti hanno affrontato le problematiche della nascita dell’intelligenza, della necessità di una fisicità, dei bisogni da soddisfare, della “incertezza comportamentale” nel neonato, della trasgressione come ricerca evolutiva, del ruolo dell’educatore e della coerenza educativa. In più, un approfondimento sul legame tra sonno e apprendimento e sulla sclerotizzazione nella risposta agli stimoli ambientali durante l’invecchiamento. Di seguito alcune foto delle attività laboratoriali.

Softbird 2: un cervello elementare in una scuola superiore