Visita a BILOG

Giovedì 10 novembre le classi terza, quarta e quinta Q dell’indirizzo di logistica del nostro Istituto, accompagnati dai docenti Cervini, Di Spirito, Filippi e Franchi hanno partecipato alla terza edizione di BILOG, forum internazionale di importanza strategica volto a valorizzare la visione innovativa sul comparto della logistica e dei trasporti presso Piacenza Expo. A seguire alcune immagini della manifestazione e l'articolo del quotidiano Libertà dedicato all'evento.

Il salto della logistica "Lavoro di alto livello formiamo i giovani"

Il legame con il porto di La Spezia e le prospettive di carriera Nel pubblico seguono i lavori anche tre classi dell’ISII Marconi

Formazione e innovazione. Con questi due temi come capisaldi e dopo tre anni di assenza torna a Piacenza Bilog, la biennale della logistica che anche nella giornata di oggi è presente al quartiere fieristico di Piacenza Expo con conferenze ed esposizioni. Un mondo tutto da scoprire, soprattutto per le grandi opportunità di lavoro che può offrire ai giovani piacentini che vogliono intraprendere un percorso in questo campo, anche grazie alla collaborazione che Piacenza ha con i porti di La Spezia e Marina di Carrara. Battenti aperti ieri mattina con la conferenza “Politiche attive del lavoro nel mondo che cambia della logistica e della portualità”, alla quale hanno partecipato Mario Sommariva, presidente Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale, la sindaca Katia Tarasconi, il presidente di Confindustria Piacenza Francesco Rolleri, il presidente regionale di Confcooperative Francesco Milza e il presidente di Confindustria La Spezia Mario Gerini.

La conferenza sulle politiche attive del lavoro nel mondo che cambia della logistica e della portualità 

"Torniamo come soci di Piacenza Expo rafforzando il legame con il territorio di Piacenza – ha spiegato Sommariva – l’obiettivo è creare un rapporto sempre più utile tra un polmone logistico come i porti di Marina di Carrara e di La Spezia e il tessuto produttivo di Piacenza che ha bisogno di infrastrutture e di un sistema efficiente di trasporti proprio per favorire la commercializzazione dei prodotti di import ed export. Il tutto puntando sulla formazione dei giovani, se noi non sappiamo guardare alle future generazioni e creare degli sbocchi e delle prospettive non facciamo bene il nostro lavoro. Il nodo essenziale è quello della formazione, la logistica offre anche ad alti livelli prospettive importanti, e come porto siamo impegnati in un sistema di iniziative formative che finora hanno dato il 100 % di successi, almeno per quanto riguarda il porto di La Spezia, e se tutto questo verrà ripreso dal territorio piacentino, ovviamente con le proprie forme ed esigenze, ci sarà il nostro impegno".

Non a caso hanno partecipato all’appuntamento gli studenti dell’ISII Marconi che si sono specializzati proprio nella logistica. "Bilog è un evento che dimostra ancora una volta l’importanza di investire nella logistica tenendo in considerazione l’automazione e l’alto livello professionale che richiede lo svolgimento di questa attività - ha osservato Rolleri - in una logistica che interpreta in modo corretto il proprio ruolo ci sono grandi prospettive di carriera, e nello specifico proprio nel campo dell’automazione. Significativa la presenza di tre classi dell’ISII Marconi che giusto quest’anno si sono diplomati in perito della logistica, attività che richiede dunque sempre più tecnici specializzati e speriamo che sempre più giovani decidano di iscriversi a questo corso".

Gabriele Faravelli

Dal quotidiano Libertà - venerdì 11 novembre 2022