Montenz alla Scala

Il grecista Montenz presenta alla Scala “Ariadne auf Naxos”

Oggi al Ridotto dei palchi “Arturo Toscanini” terrà una conferenza sull’opera di Strauss

Lo scrittore e docente universitario piacentino Nicola Montenz, anche musicista e studioso, oggi alle ore 18 presenterà al Teatro alla Scala “Ariadne auf Naxos” di Richard Strauss. La conferenza del grecista Montenz s’intitola “Mito greco e “barocco assoluto” al tramonto degli Imperi” e si terrà al Ridotto dei palchi “Arturo Toscanini”, a cura degli Amici della Scala. La conferenza sarà arricchita da alcuni filmati video e da brani al pianoforte.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti. L’evento si svolge nell’ambito dei 40 anni degli Amici della Scala, con supporto per l’ospitalità di Ariosto Social Club e supporto tecnico Meeting Project srl service audiovideo di Milano. L’opera “Ariadne auf Naxos” (“Arianna a Nasso”) di Richard Strauss, su libretto di Hugo von Hofmannsthal. Nel maggio del 1911 il poeta e drammaturgo austriaco presentò a Strauss il progetto di musicare una commedia di Molière, “Il borghese gentiluomo”. Strauss mise in musica alcune scene rivisitate della commedia, alla quale seguì la breve opera di Strauss, “Ariadne auf Naxos”, la cui prima avvenne il 25 ottobre 1912 al Kleines Haus del Königliches Hoftheater di Stoccarda, diretta dallo stesso Strauss. Il progetto slittò al 1915, a causa dello scoppio della I Guerra mondiale e della composizione dell’opera “La donna senz’ombra”. L’anno dopo il progetto fu terminato. 

Nicola Montenz - che per la Scala ha scritto vari programmi di sala - è diplomato in Organo e composizione organistica e laureato in Letteratura greca con dottorato di ricerca in Filologia Classica. Tra le sue pubblicazioni con Archinto: “Gli specchi di cenere” (2005), “Parsifal e l’Incantatore. Ludwig e Richard Wagner” (2010), “L’ armonia delle tenebre. Musica e politica nella Germania nazista” (2013) e “L’ eterna primavera. Libertas Schulze-Boysen e l’Orchestra rossa” (2019).

Eleonora Bagarotti

Dal quotidiano Libertà - Mercoledì 6 aprile 2022