Iscrizioni: Boom dei Tecnici

Terra e officina fanno presa a scuola

La terra e l’officina. Emerge una robusta dose di concretezza nello sguardo al futuro dei quattordicenni, classe 2007. Come se la scuola di pixel - in cui li ha costretti la pandemia - avesse provocato il soprassalto di un desiderio di cose che si fanno (anche) con le mani. Nella scelta della scuola superiore, dopo la terza media, il corso di perito agrario al Raineri ha raddoppiato gli iscritti (da 53 a 100 tondi). E un altro tecnico - l’Isii Marconi - ha infilato nel paniere di perito meccanico 120 matricole (70 l’anno scorso). Indizi di un cambiamento? Per ora un ragazzo su due opta per il liceo. Ma la terra e l’officina, ravvicinate mete d’impiego, tornano affascinanti. L’agricoltura e l’industria manifatturiera restano due colonne dell’economia piacentina. E scommetterci il futuro, a 14 anni, può risultare pure un esercizio di buonsenso. Nel seguito sono riportati l'articolo del quotidiano Libertà ed il sevizio video di Telelibertà dedicati a questo argomento.

Iscrizioni, l’exploit dei tecnici Marconi e Raineri il Respighi vince la volata dei licei (+50 matricole)

L’Agrario passa da 53 a 100 nuovi ingressi balzo dei periti meccanici (120). Il Classico (Gioia) attrae 68 studenti, bene l’Artistico

C’è il robusto exploit dei tecnici - in particolare, quello dell’agricoltura al Raineri-Marcora, e i periti meccanici dell’ISII Marconi - e un inedito appeal esercitato (a macchia di leopardo) dai professionali. Anche se uno studente piacentino di terza media su due continua a scegliere il liceo per la propria carriera scolastica. Quarantotto ore fa si sono chiuse le operazioni di iscrizioni alle scuole di Piacenza, mentre restano a disposizione altre due settimane di tempo affinchè l’intera partita possa ritenersi ufficialmente conclusa.

Ma i contorni sono già abbondantemente definiti, nella fotografia delle scelte dei 2.463 ragazzi e ragazze di terza media che da settembre sederanno sui banchi (si spera, in presenza) di un istituto superiore. Tre settimane di tempo per giocarsi un pezzo di futuro, anzichè le rituali quattro, e Open day rigorosamente virtuali (tranne pochissime eccezioni), per la scelta del diploma in piena pandemia, la prima volta ad accadere. Licei per 1.235 ragazzi, tecnici scelti da 891 coetanei, e 337 ai professionali.

Ha fatto registrare un autentico boom il Raineri (tecnico per l’agricoltura) con la bellezza di 100 iscritti, il doppio dell’anno scorso. Cresce di una quindicina di iscritti l’alberghiero Marcora (132), rimangono stabili i professionali dello stesso istituto, Cortemaggiore e Castelsangiovanni (il Raineri-Marcora porta a casa un totale di 274 iscritti). Cinquanta iscritti in più, e quindi in assoluta volata, il liceo scientifico Respighi, con ben 300 nuovi ingressi, di cui 160 per Scienze applicate. In cima alla vetta anche l’ISII Marconi di Piacenza, pronto a sfondare il tetto delle 400 matricole: 370 sono i nuovi iscritti del tecnico, con una vertiginosa crescita del corso per periti meccanici - passeranno da 70 a 120- e una inarrestabile ascesa della presenza femminile (in prima le ragazze saranno 44, il 12%, contro il 6% generale).

Fa registrare una più che soddisfacente risposta il liceo artistico Cassinari: 150 nuovi iscritti, in netto aumento, e 37 quelli del tecnico Tramello (mentre l’ex Tramello di Bobbio, ora San Colombano, ieri doveva ancora chiudere i conti, ma è chiaro che una classe dovrebbe essere raggiunta). Nell’alveo di numeri stazionari ci sono il liceo Gioia, con un pur sempre poderoso contingente: 303 iscritti, di cui 68 al Classico, 104 allo Scientifico, e 136 al Linguistico. Perde qualche iscritto (ma, qui come altrove, i numeri assestati saranno disponibili soltanto fra due settimane) il liceo Colombini, con 270 matricole, di cui 50 per Scienze applicate, 70 a Scienze umane e 135 all’indirizzo economico-sociale.

Tiene, dopo anni di crescita quasi esponenziale, il tecnico Romagnosi (255 iscritti, in flessione c’è il turistico, vedi alla voce “pandemia” tra le possibili cause), mentre cresce del 20% il professionale Casali (115). Al polo Volta di Castelsangiovanni Itt stabile (31), Ite in calo (20), linguistico in calo (38), scientifici stabili (56), scienze umane in aumento (51) e pure in crescita il professionale (27). Stabile a 182 iscritti il polo Mattei di Fiorenzuola (di cui 91 gli iscritti ai due licei).

Simona Segalini

Dal quotidiano Libertà - mercoledì 27 gennaio 2021